Alcuni considerano la cremazione una pratica igienica, perché evita la decomposizione del corpo, ecologica (anche se nei fatti risulta più inquinante dati i mezzi di realizzazione), perché in linea di principio richiede minori spazi e costi.

La legge ha individuato diverse modalità per ottenere la cremazione:

  1. Affidare le proprie volontà al congiunto più prossimo che al momento del decesso chiede l’autorizzazione per la cremazione al Sindaco del Comune dove è avvenuto il decesso. Se vi sono più congiunti di pari grado (es. figli), devono essere d’accordo la maggioranza degli stessi, meglio se si riesce ad ottenere l’unanimità del consenso.
  2. Lasciare indicazioni precise nelle disposizioni testamentarie. La presenza del testamento non è assolutamente necessaria in caso il defunto abbia espresso la volontà che le sue ceneri siano disperse in natura dal settembre 2019, basta una certificazione da fare nel comune di decesso da parte del familiare.

 

Naturalmente noi ci occupiamo direttamente di  tutte le pratiche che servono alla prenotazione della cremazione ed al ritiro delle ceneri in modo da lasciare ai parenti meno preoccupazioni possibili.